Trasformare il processo d'acquisto: un'efficienza senza precedenti con SAP FIORI®

Leggi! Leggi!

PUBBLICATO IL: 05 febbraio 2018

CONDIVIDI:

Il nostro cliente usa SAP® SRM per gestire i suoi processi di approvvigionamento. Il tool è utilizzato da molti dipartimenti e utenti, sia dell'area acquisti che non, che sfruttano il portale SRM per effettuare richieste d'acquisto o richieste d'assegno.

Gli utenti non appartenenti all'area acquisti, responsabili dell'80% circa del totale degli ordini d'acquisto richiesti dal nostro cliente, non erano sempre in grado di completare i campi del form di richiesta: le difficoltà riguardavano campi che non erano rilevanti per il loro ruolo, ma tuttavia necessari per completare l'acquisto. Questa confusione aggiungeva ritardi non necessari al ciclo d'acquisto dell'azienda.

Il nostro cliente ha deciso di agire riplasmando i suoi processi d'acquisto, sfruttando SAP Fiori per sviluppare interfacce utente basate sul ruolo e workflow di approvazione mobile. Il risultato è stato un aumento dell'efficienza del loro processo di richiesta d'acquisto e un deciso miglioramento dell'esperienza utente.

PUNTI SALIENTI

  • UN MODELLO D'ACQUISTO A DUE LIVELLI che semplifica i compiti di tutti gli utenti che accedono al portale SAP SRM per effettuare richieste d'acquisto e d'assegno
  • INTERFACCIA UTENTE BASATA SUL RUOLO che ha ridotto dell'80% il numero di campi da riempire per gli utenti aziendali non appartenenti all'area acquisti, così aumentando l'efficienza nel ciclo di richiesta
  • RIDUZONE DEI COSTI di training utente e change management, grazie a un'interfaccia semplice e intuitiva
  • Il nuovo modello d'acquisto con front-end SAP Fiori basato sul ruolo ha AUMENTATO L'EFFICIENZA DEL CICLO DI RICHIESTA ACQUISTI DEL NOSTRO CLIENTE, rendendo il processo complessivo più veloce e semplice per tutti gli utenti

 

SUL CLIENTE

Il nostro cliente è una società biofarmaceutica con circa 30.000 impiegati in oltre 70 paesi.

Uno dei player più rilevanti nel settore biofarmaceutico, conta più di 20 strutture di ricerca e produzione in tutto il mondo.

LEGGI IL CASE STUDY