Saras digitalizza la manutenzione in raffineria, migliorando la sicurezza e la produttività dei lavoratori

Leggi! Leggi!

PUBBLICATO IL: 04 ottobre 2018

CONDIVIDI:

Nel contesto di un progetto di digitalizzazione che coinvolge l'intera azienda, Saras si è posta l'obiettivo di migliorare le attività operative e i processi di manutenzione in raffineria introducendo la mobilità nella routine dei suoi lavoratori sul campo.

Superando alcune delle sfide tipiche del settore della produzione downstream, hanno lanciato con successo due applicazioni: Switchgear Assistant e Checklist Companion, che hanno consentito di aumentare gli standard di sicurezza dei lavoratori e migliorarne la produttività.

PUNTI SALIENTI

  • Dispositivi mobili certificati ad alta sicurezza per supportare i lavoratori sul campo nelle loro attività quotidiane di manutenzione, rendendole più semplici e immediate
  • L'applicazione Switchgear Assistant consente il controllo digitale del processo di manutenzione delle pompe, sfruttando dei QR code per effettuare controlli automatici e tracciare l'identità degli utenti, delle pompe e il loro stato
  • L'applicazione Checklist Companion supporta i lavoratori sul campo nelle attività routinarie di raccolta dei dati da macchinari e attrezzature, trasformando il processo da manuale a digitale e rendendo possibile l'invio dei dati in tempo reale alla control room


ABOUT SARAS

Saras ha l'obiettivo di diventare un punto di riferimento nel mondo dei fornitori di energia sostenibile. Una delle raffinerie più estese e complesse del Mediterraneo, Saras vanta una capacità di raffinazione di circa 300.000 barili al giorno, oltre a possedere uno degli impianti di gassificazione di combustibile liquido più grandi al mondo.

Altre attività di Saras includono trading, commercializzazione e generazione di elettricità da fonti rinnovabili e servizi di ingegneria industriale per il settore petrolifero.

 

Saras digitalizza la manutenzione in raffineria, migliorando la sicurezza e la produttività dei lavoratori

LEGGI IL CASE STUDY