Persone al centro: la chiave per il successo della trasformazione nel mondo industriale

Digital Advisory

Persone al centro: la chiave per il successo della trasformazione nel mondo industriale

Francesco Belloni | ago 03, 2020

Sapete qual è uno dei motivi principali di fallimento dei progetti di trasformazione digitale? Lo scarso coinvolgimento delle persone.

Le tecnologie digitali stanno abilitando cambiamenti sempre più rapidi, ma troppo spesso ci si dimentica che le persone devono rimanere al centro di questa trasformazione. Il cambiamento non può essere efficace se anche gli utenti non evolvono alla stessa velocità della tecnologia. In altre parole, è necessario un cambio di paradigma quando si parla di innovazione: non più incentrato sul business, ma focalizzato sulle persone.

Partire dalle persone, piuttosto che dai processi o dalle tecnologie, consentirà di sviluppare soluzioni che siano realmente costruite attorno alle necessità degli utenti e ai loro punti di forza, favorendone così l’adozione effettiva in tempi più rapidi.

Un nuovo approccio alla trasformazione digitale

Partendo da queste premesse, è chiaro come anche l’approccio ai progetti di trasformazione digitale debba seguire il medesimo cambio di paradigma. Con questa idea, in Techedge abbiamo sviluppato un approccio molto pragmatico che combina il Design Thinking, forti competenze tecnologiche e la consapevolezza della centralità delle persone per aiutare i nostri clienti a introdurre innovazione in maniera tangibile e, soprattutto, utilizzabile.

Digital Advisory Techedge: i tre pilastri del nostro approccio

Questo approccio può essere declinato in diversi scenari e adattato a seconda del contesto e degli obiettivi, dando vita a metodologie con diverse sfumature. Per fare un esempio, vi raccontiamo brevemente la metodologia che abbiamo sviluppato per uno scenario di Industria 4.0 (chiamata Factory Journey, o Digital Frog) e quella per il contesto Corporate (Automation Journey).

 

Scenario #1. Industria 4.0: Factory Journey (per gli amici, Digital Frog)

Un percorso di innovazione di uno stabilimento industriale deve avere come obiettivo ultimo quello di rendere più semplici le attività quotidiane delle persone che vi lavorano; ecco perché va considerato come un lavoro di squadra, a cui devono partecipare sin dall’inizio tutte le figure chiave coinvolte - nessuno escluso.

Su questo assunto si basa il nostro approccio in 4 step, che prevede:

  • Digital Onboarding di tutte le figure chiave 
  • Identificazione delle opportunità
  • Realizzazione di pilot e prototipi
  • Industrializzazione delle soluzioni progettate

Digital Advisory Techedge: Factory Journey per scenario Industry4.0

Questo approccio pragmatico consente di sfruttare le tecnologie più adatte e trasformare le idee in realtà velocemente e con risultati immediati (un vero “salto” in avanti nel percorso di innovazione… Non a caso l’abbiamo soprannominato Digital Frog) gettando le basi per un percorso di digitalizzazione strategico. 

 

Scenario #2. Corporate: Automation Journey

Esistono oggi numerose tecnologie che possono aiutare le aziende ad aumentare significativamente l’efficienza tagliando i costi, migliorando il controllo sui processi e permettendo un utilizzo migliore delle risorse. 

Parliamo ad esempio di Robotic Process Automation (RPA), Intelligenza Artificiale, OCR, Machine Learning, Process Mining, Advanced Analytics, Low-Code Business Process Modelling - tutte tecnologie che, se impiegate correttamente, consentono di automatizzare task ripetitivi privi di valore aggiunto e ottimizzare i processi aziendali.

Anche questo percorso di automazione prevede un approccio pragmatico e inclusivo, che si sviluppa in diverse fasi:

  • Onboarding di tutte le persone chiave
  • Sviluppo delle idee e prioritizzazione delle stesse, tramite metodologie di Design Thinking
  • Implementazione delle idee individuate
  • Monitoraggio e ottimizzazione del processo in esame

Digital Advisory: Automation Journey per scenario Corporate

 

Elementi distintivi: Design Thinking e Technology Onboarding

Design Thinking e Technology Onboarding rappresentano il tratto più distintivo di tutte le declinazioni della nostra metodologia.

Il Technology Onboarding - che fa parte del più ampio Digital Onboarding, primo step fondamentale di qualsiasi progetto di innovazione che permette all’azienda di coinvolgere da subito tutti i collaboratori nell’iniziativa di trasformazione - permette di offrire formazione sulle nuove tecnologie (ad esempio 3D, mobile, IoT, 5G, virtual control room). 

È pertanto una fase utilissima per spiegare e far comprendere a tutti il potenziale delle tecnologie, aiutando a capire dove possono rivelarsi utili e renderle più “amiche” degli utenti. Ne parliamo in maniera più approfondita in questo articolo dedicato al ruolo del Technology Onboarding nei progetti di innovazione.

Il Design Thinking d’altro canto rappresenta uno strumento chiave per garantire l’efficacia delle iniziativa: grazie al Design Thinking è infatti possibile fare il design e validare prototipi in pochissimi giorni, rendendo più snello il percorso verso l’innovazione. 

Un ulteriore elemento che rende il Design Thinking uno strumento interessante è che, anche se siamo abituati a pensarlo in presenza, può essere utilizzato anche da team in remoto accelerando ulteriormente i tempi dell’iniziativa.

 


Non perderti gli altri articoli di beNIMBL Digital Advisory

 

New call-to-action

Iscriviti!